Chi Siamo

Tabarrini è una delle realtà artigiane più apprezzate del territorio di Montefalco, con vigne e cantina in località Turrita. Giampaolo, che rappresenta la quarta generazione di agricoltori in famiglia, è un vignaiolo entusiasta e pieno di energia, ideatore e artefice di un progetto senza compromessi che è cresciuto nel tempo. Sognatore, visionario, capace di evolvere rimanendo sé stesso, ha preso in mano l’azienda agricola dei genitori alla fine degli anni Novanta e l’ha trasformata in uno straordinario caso di successo. L’impresa che porta il suo nome gli somiglia e appare come un ingranaggio in moto perpetuo, alla continua ricerca della perfezione e di nuove sfide. Un dinamismo e una proiezione verso il futuro che poggiano su un radicamento altrettanto forte: nella propria terra, nelle tradizioni del luogo e nei valori che la famiglia Tabarrini tramanda di generazione in generazione.

Vigne

La vigna viene prima di tutto. Espressione diretta della terra, del clima e del lavoro umano, è la base imprescindibile per realizzare grandi vini. La famiglia Tabarrini dedica ai propri vigneti, allevati in maniera sartoriale e sostenibile, le massime energie e competenze. Le varie parcelle, dislocate in zone vocate del territorio di Montefalco, definiscono un mosaico fatto di tessere eterogenee e di spiccata identità. Ogni Cru è lavorato in maniera diversa, a seconda delle caratteristiche del terroir, anche se a tutti viene riservata una straordinaria premura e una attenzione maniacale durante tutto l’anno. Ogni uva è trattata con rispetto e orgoglio, a cominciare dal Sagrantino. Baluardo di storia e territorialità, questa varietà autoctona non ha eguali al mondo, al pari del Trebbiano Spoletino tra quelle bianche. Riguardo quest’ultimo, è stato fatto un grande lavoro di selezione clonale che ha portato all’impianto di nuove vigne di proprietà, capaci di dare continuità ad un lavoro sulla varietà iniziato molti anni fa, in maniera del tutto pionieristica. La perfetta e graduale maturità delle uve, con vendemmie decisamente ritardate rispetto alla media della zona, sono un requisito che la famiglia Tabarrini ritiene essenziale per la realizzazione della sua idea di vino. Dei ventidue ettari della tenuta, sono quindici quelli dimorati a vigneto.

Pastene Pastene

Cantina

La cantina è il luogo magico in cui i frutti della natura diventano vino attraverso la sensibilità e la competenza dell’uomo. Costruita, ampliata e trasformata nel tempo, seguendo la crescita e le necessità dell’impresa, è oggi un luogo di eccezionale bellezza e funzionalità. Dislocata su più livelli, sia ideali che architettonici, è una fucina di pensieri che trovano forma nelle intuizioni e nello scambio. Qui si crea e si custodisce; ecco perché tutto è lineare, ampio, ordinato e funzionale al lavoro che si deve compiere. Progettata in prima persona e costruita minuziosamente, mostra accorgimenti e dettagli che la rendono uno spazio ideale. La filosofia produttiva è semplice quanto maniacale nei dettagli, protesa alla valorizzazione delle uve senza scorciatoie e con interventi minimi. Le fermentazioni sono spontanee (piede?), senza utilizzo di lieviti selezionati e le macerazioni sono piuttosto lunghe, come da tradizione. I travasi dei vini sono realizzati per caduta, senza l’utilizzo di pompe, in modo da non stressare il vino in alcun modo. Le maturazioni in botti grandi di rovere e la sosta in bottiglia completano l’opera.

Chi ci lavora

Giampaolo Tabarrini è il motore della cantina ma niente sarebbe possibile senza la sua famiglia e una squadra di collaboratori affiatati che si sentono parte del progetto. Federica, compagna nella vita e nel lavoro quotidiano, è una figura centrale che riesce nell’impresa di rendere razionale e ordinato il flusso di pensieri e le mille idee di Giampaolo, incanalandone le energie. Da qualche tempo anche il giovane Filippo, figlio dei due proprietari, frequenta la cantina con crescente interesse. Il tempo è dalla sua parte, nessuna fretta… Alessandro Meniconi, enologo resident, affianca la proprietà nella cura di ogni singolo dettaglio della produzione, dal grappolo alla bottiglia. E’ lui che coccola i vini e li condivide con il mondo, una volta pronti. Tutto questo viene fatto con la consulenza e l’amicizia ultraventennale dell’enologo Emiliano Falsini, oramai fratello acquisito. In cantina, zio Angelo utilizza tutta la sua esperienza a supporto di ogni operazione, con bravura e devozione. Sua moglie “Peppa” fa spesso capolino. Di solito porta la colazione ma tutti sono convinti sia uno stratagemma per controllare il marito; spesso dà una mano nell’imbottigliamento e in tutti i lavori in cui serve velocità e scaltrezza.

In campagna c’è Mattia, giovane trattorista. La vigna è nel suo DNA e scorrazzare tra i filari la sua missione. In ufficio, i numeri ed i dati frullano in testa a Michela, sorella di Federica, che gestisce la parte di segreteria e contabilità. Infine, ecco Franca e Nello, i genitori di Giampaolo che ogni giorno dispensano a tutto il gruppo saggezza e sostegno. Tutti insieme formano un team leale e felice che lavora con passione alla ricerca della qualità assoluta. Tutti concorrono al “tutto”, dai primi lavori stagionali in vigna all’’imbottigliamento, fino alla presentazione dei vini firmati Tabarrini.

I nostri vini

Scopri